×
blog Notizie di benessere

Sfida la gravità con la posizione yoga del delfino

Pubblicato il 12 febbraio 2021 da Cerealblog

Rinforzando il corpo, questa posizione rilassa la testa ed aumenta la tua autostima

Ardha Sirsasana, anche nota come posizione del delfino poiché nella sua esecuzione il corpo assomiglia ad un delfino che salta tra le onde, è un asana di yoga che lavora sugli addominali e sulle fasce muscolari delle spalle e della colonna vertebrale. Il suo nome in sanscrito significa La mezza posizione sulla testa e, per questo, secondo alcuni rappresenta un esercizio propedeutico in vista della costruzione di Sirsasana, un asana più complesso.

Come eseguire la posizione

  1. Posizionati in ginocchio sul tappetino e appoggia gli avambracci a terra davanti a te, con i gomiti allineati con la larghezza delle tue spalle. Congiungi le mani intrecciando le dita e appoggiale a terra.
  2. Posiziona la testa tra le braccia, avvinala al suolo e guarda verso i tuoi piedi.
  3. Facendo forza sugli avambracci, mettiti in punta di piedi e alza le ginocchia da terra. Mantenendole piegate, inizia ad alzare anche il bacino, formando una sorta di triangolo tra gambe-schiena e tappetino.
  4. Allunga lentamente la schiena e porta più in alto che puoi il bacino. Senza fretta e respirando regolarmente, avvicina anche i talloni dei piedi al suolo, cercando di mantenere la colonna vertebrale perpendicolare al pavimento.
  5. Rimani con il collo e le spalle rilassate, bilancia il tuo corpo e mantieni la posizione per almeno 30 secondi.

Benefici di Ardha Sirsasana

Le inversioni del corpo offrono tanti benefici fisici, mentali ed emotivi. Questa posizione, infatti, riallinea gradualmente la colonna vertebrale e rilassa i muscoli dorsali. Rinforza i muscoli della nuca e del collo e, aumentando il flusso sanguigno verso la testa, permette una maggiore ossigenazione delle cellule cerebrali. Infine, ribaltando la relazione del corpo con la gravità, facilita la concentrazione e favorisce differenti funzioni fisiologiche quali il drenaggio linfatico e il ritorno del sangue al cuore.

Un consiglio in più

Non avere fretta: procedi molto lentamente mentre cerchi di portare la schiena in una posizione perpendicolare al suolo. Inoltre, mantieni una base stabile con la corretta posizione delle mani, dei gomiti e delle braccia, cercando di non spostare mai il punto di appoggio ottenuto avvicinando la testa a terra.

Namasté a tutti da Céréal!

TORNA AL BLOG