blog Notizie di benessere

Yoga: la posizione della ghirlanda

Pubblicato il 11 giugno 2021 da Cerealblog

Con la posizione della ghirlanda, mente e corpo ritrovano centratura e consapevolezza

Malasana, anche nota come posizione della ghirlanda poiché durante l’esecuzione le braccia sembrano formare una corona che pende dal collo, trae il suo significato dal sanscrito ed indica la Mala, ossia una ghirlanda di bacche, legno o pietre preziose. Composta da 108 grani, la mala si utilizza per pratiche di meditazione o per recitare i mantra.

Come eseguire la posizione

Malasana è una posizione rannicchiata che ricorda molto la posizione di squat, in cui si porta il corpo vicino alla terra.

1. Posizionati in piedi sul tappetino e distanzia le gambe affinché siano perpendicolari alla larghezza delle spalle.

2. Mantieni i piedi paralleli e i talloni radicati a terra.

3. Ispirando, allunga verso l’alto la colonna vertebrale, che rimarrà ben dritta durante tutta l’esecuzione dell’asana. Espirando, scendi aprendo le ginocchia verso l’esterno. Assumi una posizione da squat.

4. Ruota le spalle verso l’interno e unisci le mani davanti al petto, congiungendo le mani in preghiera. I più esperti possono appoggiare a terra gli avambracci, allineati davanti ai piedi.

5. Espira lentamente e mantieni la posizione per almeno 20 secondi.

I benefici di Malasana

Adatta anche per le gestanti, questa posizione tonifica la muscolatura dell’interno coscia, fortificando e mantenendo elastiche le articolazioni di ginocchia e caviglie. Scioglie le articolazioni di anche e bacino, distendendo i muscoli del pavimento pelvico. Inoltre, allungando la colonna vertebrale, distende i muscoli della schiena e del collo, aiutando ad alleviare possibili dolori nell’area lombare. Infine, essendo un asana accovacciato, massaggia gli organi addominali interni e stimola le funzioni digestive.

Un consiglio in più

Per chi esegue per la prima volta questo asana può essere utile posizionarsi di fronte ad un muro, o ad un altro sostegno, a cui appoggiarsi in caso di perdita di equilibrio. Inoltre, non preoccupatevi se all’inizio non riuscite a mantenere i talloni completamente appoggiati a terra, con la pratica costante vedrete notevoli miglioramenti.

Namasté a tutti da Céréal!

TORNA AL BLOG